mercoledì 15 gennaio 2014

PUNTO SUL CALCIOMERCATO GENNAIO 2014


PUNTO SUL CALCIOMERCATO 

Quello di gennaio è soprannominato come “mercato di riparazione” ma nella realtà dei fatti non per tutte le società è cosi: infatti se per la Juventus capolista basta un rinforzo in mezzo al campo, per il Torino un attaccante di peso e per la Roma un terzino sinistro dopo l’arrivo del belga Nainggolan,per altre società quello di gennaio è un mercato di rivoluzionamento.

Partiamo dal fondo della classifica:

Il Catania ha già concluso il ritorno di Lodi e l’acquisto dell’argentino Rinaudo dallo Sporting Lisbona, entrambi centrocampisti, ma cercherà entro la fine del mercato di chiudere per un esterno di difesa, si fa il nome di Renzetti del Cesena, un esterno offensivo come Ntep o Centurion e un attaccante completo come Livaja dell’Atalanta e Iakovenko della Fiorentina.

Il Livorno è alle prese con un cambio di guida tecnica tormentato dal rifiuto dei tifosi nei confronti di Perotti mentre per quanto riguarda il Bologna la rosa deve essere rinforzata nel reparto avanzato per provare a ottenere la salvezza, dunque occhi puntati su Sergio Floccari della Lazio e Thomas Delaney, classe ’91 di proprietà del Copenaghen.

Il Sassuolo che arriva dalla inaspettata vittoria con il Milan si è già rinforzato con Ariaudo ed è in dirittura d’arrivo l’acquisto di Thomas Manfredini dal Genoa ma è anche alla ricerca di un attaccante per completare il reparto offensivo: i nomi sono quelli di Ishak Belfodil, classe ’92 in comproprietà tra Inter e Parma il cui passaggio al West Ham sembra sfumato e di Abel Hernandez, classe ’90 del Palermo.

Il Chievo ha bisogno di qualche puntello per una rosa che sembra fatta su misura per il 3-5-2 di Corini ( e poco per il 4-4-2 di Sannino) e dunque questo mercato di riparazione sarà una ricerca all’affare low cost: in particolare occhio a Calaiò in uscita dal Genoa e Ruben Olivera in scadenza con la Fiorentina. 

Salendo la classifica troviamo quattro squadre che si trovano nel limbo tra zona retrocessione e zona Europa, ovvero Udinese, Cagliari, Atalanta e Sampdoria. Passiamo all’analisi:

L’Udinese come ogni mercato è alla ricerca di nuovi talenti di ogni parte del mondo anche se quest’anno, il peggiore degli ultimi cinque campionati, dovrà pensare a rafforzare con esperienza e qualità una rosa che sembra troppo fragile, dunque avviati contatti con Edenilson, ala classe ’89 di proprietà del Corinthians, e continua la ricerca a difensori e centrocampisti di valore.

Il Cagliari, ceduto Nainggolan e preso Adryan dal Flamengo, farà un mercato di attesa, ovvero solo se partirà qualche giocatore ne arriverà un altro; dunque occhio alla situazione portiere con Adan che non convince per il dopo-Agazzi, alla fascia sinistra di difesa con Avelar vicino alla partenza che porterebbe la società sarda a concludere l’acquisto di Capuano del Pescara e con il reparto offensivo che può rimanere orfano di Pinilla che piace a Torino, Fiorentina e Inter o di Nenè, che è un pupillo di Giuseppe Iachini ,allenatore del Palermo, e in questo affare può fare il percorso inverso Abel Hernandez che piace molto alla dirigenza sarda anche in prospettiva futura. 

Per quanto riguarda l’Atalanta questo mese di mercato darà modo a Pierpaolo Marino di migliorare l’intelaiatura della squadra bergamasca, che si è già rinforzata con l’arrivo di Benalouane dal Parma, cercando di portare a Bergamo una punta di valore come Rolando Bianchi del Bologna, Sergio Floccari della Lazio o Niccolò Giannetti del Siena.

Per quanto riguarda la Sampdoria il ds Osti prima di muoversi alla ricerca di rinforzi deve fare i conti con lo sfoltimento di una rosa ipertrofica: via dunque tutti i calciatori inutilizzati come Maresca (vicino al Palermo), Barillà (di ritorno alla Reggina), Poulsen (vicina la rescissione), Petagna (tornato al Milan) e Berardi; occhio però all’affare Paredes in entrata ,centrocampista della Roma appena arrivato dal Boca Juniors.

Passiamo alle società della “Side A” della classifica italiana : 

troviamo il Milan, con il nuovo allenatore Clarence Seedorf, che ha bisogno di rinforzi per risalire la classifica: i primi nomi fatti sono quelli di Doria del Botafogo, Kuzmanovic dell’Inter, Fernando del Porto, Bonaventura dell’Atalanta, ricordando che a Milanello sono già arrivati Ramì e Honda. 

La Lazio farà affidamento alle richieste di Reja, che puntano a un rinforzo in difesa, molto probabilmente Cannavaro dal Napoli, e una punta di valore da affiancare a Klose, con tanti nomi per il ds Tare, da Paulinho del Livorno a Tardelli dell’Atletico Mineiro, da Denis dell’Atalanta a Choupo-Mouting del Mainz,da Nemeth del Roda a Guidetti del City.

Il Genoa di Preziosi, famoso per montare e smontare la squadra ogni sessione di mercato, ha già preso il centrocampista Cabral dal Sunderland ed è alla ricerca di nuovi esterni e attaccanti: come ala offensiva si seguono Palladino del Parma, Marquinho della Roma, Cristian Rodriguez dell’Atletico e Ntep dell’Auxerre, mentre per il reparto d’attacco piacciono Rescaldani, classe ’92 del Velez, Marko Livaja,’93 in comproprietà tra Inter e Atalanta, e Borriello della Roma.

Per il Parma c’è da segnalare solo qualche movimento in uscita, come Okaka, e non dovrebbero esserci stravolgimento almeno che Cassano non cambi piazza direzione Genova o Firenze; per il Verona stesso discorso, mercato in uscita e da fronteggiare il problema post-Jorginho.

Per l'Inter sono tanti i nomi presi in valutazione da Branca e Ausilio: D’Ambrosio del Torino quasi concluso (problema riguardo alle modalità di vendita di Botta, il Torino vuole la comproprietà mentre l’Inter solo il prestito), in attacco si pensa a Osvaldo, Borriello, Lavezzi, mentre per il centrocampo ci sono dei sondaggi per Fernando del Porto.

Per Fiorentina e Napoli, come per Inter e Milan sono tanti i movimenti di mercato: i partenopei tentano l’assalto a un centrocampista di valore come Gonalons e Jorginho, con la proposta al Barcellona di scambio tra Zuniga e Song; Bigon, inoltre, è alla ricerca di un difensore di valore da affiancare a Raul Albiol: occhi puntati sui pupilli di Benitez Agger e Skrtel; per i viola invece, dopo Matri e Anderson, si cerca di concludere l’acquisto di un difensore e di un centrocampista esterno.



MB



Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti