martedì 14 gennaio 2014

MILAN, UN ANNO BUTTATO VIA



L'OPINIONE DI ENRICO

MILAN , UN ANNO BUTTATO VIA 

Siamo arrivati dunque al finale che tutti immaginavano da tempo, ovvero un Allegri cacciato a male parole e non dal Buon Silvio , che ancora ancora era qualcosa di onorevole , visto il carisma del Presidentissimo, ma addirittura dalla figlia Barbara. Con tutto il rispetto, questa ragazzina di calcio ne capisce ben poco a vederla all'opera e quando comunica, ma si sa come vanno certe situazioni....A pagare la conferma forzata di Allegri dopo la disastrosa stagione scorsa, sara' Galliani, gia' infastidito dalla presenza irritante di una fanciulla arrogante , quanto impreparata a gestire una squadra cosi' prestigiosa nel panorama calcistico.

Ma facciamo un passo indietro, ovvero quando Berlusconi scese con l'elicottero lo scorso Gennaio a bacchettare il tecnico in carica, delegittimandolo di fatto davanti ai giocatori, i quali gia' lo seguivano poco e dopo quella sceneggiata , non facevano altro che aumentare la loro insoddisfazione verso un allenatore ormai diventato ex. A illudere l'ambiente e fare per assurdo grandi danni, e' stata la qualificazione alla Champions strappata per i capelli nell'ultima gara di Siena e quella piu' recente agli ottavi sempre della stessa coppa. Si perche' si e' voluto guardare solo al risultato sul campo dimenticando che nel calcio conta il progetto e la programmazione, cose attuabili solo con l'innesto di un nuovo allenatore che avrebbe dovuto impostare una campagna acquisti di suo gradimento e di prospettiva futura.

Non so quanto sia saggio mettere Seedorf in panchina, visto il delicato momento della squadra, contando poi che i giocatori non li ha scelti di certo lui e la sua esperienza come tecnico e' praticamente pari a zero. Personalmente avrei visto molto bene l'affidamento della squadra a Donadoni, ma non parlo di adesso ovviamente, quanto del mese di Giugno, in cui l'ex ala Milanista avrebbe avuto modo di inserire qualche giovane di razza, come sta facendo a Parma e ridisegnare tatticamente una squadra , che specie in difesa e' da panico piu' totale . Tra l'altro questo allenatore ha gia' una discreta esperienza ,avendo gestito addirittura la Nazionale con risultati non certo disprezzabili.

Ora urge chiudere dignitosamente la Stagione e impostare un mercato in cui portare a Milanello difensori di qualita' ,perche' le grandi squadre si costruiscono dalla difesa e non e' un caso che nell'ultima trasferta di Sassuolo , pur segnando tre gol , i rossoneri sono addirittura riusciti a non cogliere nemmeno un punto, cose da pazzi. Inutile che davanti facciano i numeri, perche' se poi dietro non hanno la capacita' di bloccare le offensive avversarie, ecco che qualsiasi prestazione, anche positiva, viene rovinata immancabilmente. 

Faccio tanti auguri al buon Clarence, ne avra' bisogno , perche' tra le mani ha piu' di una patata bollente e scottarsi sara' molto , ma molto doloroso......



Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti