mercoledì 18 settembre 2013

Champions League, Copenhagen-Juventus 1-1: VINCONO TUTTI TRANNE LA JUVE


L'OPNIONE DI ENRICO

VINCONO TUTTI TRANNE LA JUVE



Inutile trovare scuse, nell'intero palinsesto della Champions la partita piu' morbida era quella dei Bianconeri, perche' la modestia del Copenaghen era quantomeno imbarazzante. E invece la Juve si addormenta nella prima mezz'ora , facendosi mettere sotto da avversari che nel loro campionato veleggiano in zona retrocessione . Incredibile la dinamica del gol subito, dove al termine di un rimpallo , jorgensen ( nemmeno paragonabile al ben piu' talentuoso giocatore che ha militato in Italia ) anticipa un Chiellini versione bradipo , affiancato da altri due difensori che sembravano banchettare sull'erba come ad un pic-nic domenicale. Non e' possibile approcciare in questo modo una gara di Champions, soprattutto considerando la difficolta' del girone, dove c'e' un Real Madrid versione extraterrestre e un Galatasaray che al di la' del risultato di ieri, ha pur sempre un certo Sneijder e Drogba nelle sue file e non sara' per nulla facile da battere.


Ora la strada si fa tutta in salita, perche' conoscendo i Turchi, a Torino andra' di scena una battaglia infernale , dove servira' la difesa migliore e un attacco impeccabile, non la fantozziana versione di ieri , che nemmeno ad un centimetro dalla porta riusciva ad insaccare la palla. Ho sentito elogi a tutto spiano per il portiere Danese, ma onestamente sono piu' le colpe dei Bianconeri, che piu' volte a pochi passi dalla porta hanno sprecato in maniera ignobile palloni di una facilita' elementare.

Mi viene da sorridere a rileggere le dichiarazioni della dirigenza , che si sente convinta di poter disputare una Champions da protagonisti assoluti , con addirittura delle chance di vittoria. Personalmente , essendo di fede bianconera, ho piu' di una perplessita' , perche' l'atteggiamento e' completamente sbagliato. Ci vuole grinta dal primo all'ultimo minuto e un ritmo di gioco molto piu' intenso, basta guardare le altre Big Europee, per rendersi conto della differenza di valori attuali. Non oso immaginare poi cosa potra' succedere al cospetto del Real, che se viaggera' sui ritmi di ieri fara' molto male alla Vecchia Signora.

Quello che piu' mi ha lasciato perplesso e' l'inserimento del modesto Peluso, giocatorino da provincia, non certo da palcoscenici Europei, meglio spremere Asamoah e farlo riposare per la gara di campionato contro il Verona. Davanti poi, ci vuole piu' coraggio, infatti ieri si poteva tentare il tridente con un Tevez alle spalle di Quagliarella e Llorente, che avrebbero intimorito non poco i Danesi e magari avrebbero permesso alla squadra di fare qualche gol in piu' . Se partiamo con l'idea di giocare con una punta e mezzo per paura di scoprirci troppo, be allora stiamo a casa, perche' in Europa ci vuole ben altro per vincere.





LE PAGELLE DI ENRICO

BUFFON S.V. : Incolpevole sul gol Danese non ha dovuto effettuare interventi di rilievo.

CHIELLINI 4 : Goffo e impacciato in ogni intervento, si mangia un gol incredibile ad un centimetro dalla porta e cosa ancor piu' grave , si fa anticipare come un dilettante allo sbaraglio in occasione della prima rete avversaria. Cosi' non va Chiello....

OGBONNA 6,5 : Per essere all'esordio in Champions , se l'e' cavata alla grande, subendo ripetuti falli e fermando le ripartenze avversarie in molte occasioni. Difensore di buon rendimento senza dubbio.

BONUCCI 5,5 : Non imposta mai il gioco come dovrebbe e saprebbe fare, annaspa contro avversari modesti e ciabatta alto un buon pallone al limite dell'area. Prestazione poco brillante la sua.

LIECHSTEINER 5 : Tiraccio alto da ottima posizione, polemiche inutili con l'arbitro che gli costano il cartellino giallo, poche incursioni in area di rigore e notevole fatica a saltare l'uomo sulla fascia . Insomma , una prestazione non all'altezza delle sue potenzialita'.

PELUSO 5 : Non e' da Champions, ma nemmeno da Juve, mi chiedo se non sia il caso di rispedirlo al mittente e cercare un esterno di maggiore qualita'.

VIDAL 5 : Molto sottotono, forse paga la gagliarda prestazione di San Siro, certo e' che fa molta confusione li in mezzo e spesso pasticcia negli inserimenti in area di rigore.

POGBA 6,5 : L'unico che sprizza tecnica e personalita' , gioca sempre palloni interessanti, una certezza assoluta per Conte.

PIRLO 6,5 : Buona la sua prestazione, condita da una buona conclusione da fuori e passaggi sempre geniali. Peccato che davanti abbiano sprecato l'impossibile.

TEVEZ 6 : Gioca in maniera intelligente e sempre originale , ma spreca troppo davanti al portiere. Comunque grande acquisto, questo e' un signor giocatore che sa toccare il pallone come pochi.

QUAGLIARELLA 7 : Il migliore in campo, con un gol al volo di rara bellezza e un colpo di testa alla Bettega che si spegne sulla traversa. Meno male che non l'hanno venduto, altrimenti erano dolori.....

DE CEGLIE 4 : Inguardabile, si muove sgraziatamente per il campo sia in fase difensiva che in quella offensiva. Non sa crossare e nemmeno saltare l'uomo, cosa lo tengano a fare e' un mistero assoluto.....

GIOVINCO 5 : Sbaglia un gol incredibile davanti al portiere, si conferma un giocatore mai sbocciato, che non convince mai e lascia sempre l'amaro in bocca

CONTE 4 : Poco coraggioso nell'impostazione tattica, e' allergico al tridente, che in una serata come quella di ieri , poteva starci eccome. A livello internazionale appare poco preparato per competere a certi livelli.


Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti