lunedì 26 agosto 2013

Serie A, Napoli-Bologna 3-0: AL SAN PAOLO C'E' PROFUMO DI SCUDETTO



L'OPINIONE DI ENRICO

AL SAN PAOLO C'E' PROFUMO DI SCUDETTO

Se qualcuno aveva ancora dubbi, da questa sera non credo ne avrà più , il Napoli e' piu' che mai una pretendente allo scudetto nonostante la dolorosa perdita del "matador" Cavani. Per assurdo sembra che l'assenza del bomber Uruguagio abbia liberato il gioco dei Partenopei, che prima si appoggiavano quasi completamente su di lui , come fosse il salvatore della patria, tanto e' vero che quando i giornalisti sottolineavano questo fatto, Mazzarri si alterava, reclamando le qualità del gruppo.

Ora ci troviamo al cospetto di un collettivo che gioca in maniera armonica, dove i nuovi arrivati Callejon e Higuain si sono inseriti alla perfezione, ricamando trame efficaci con Pandev e Hamsik , senza trascurare la fase difensiva , che leggendo la formazione , poteva apparire il punto debole con cosi' tanti interpreti offensivi. In difesa poi la squadra non ha mai dato l'impressione di soffrire le ripartenze dei Rossoblu, che giusto lo scorso anno vinsero per ben due volte proprio qui al San Paolo, compromettendo il cammino degli azzurri sia in chiave scudetto ,che in quella di Coppa Italia. 

Nota di merito chiaramente a quello che qui viene soprannominato "marechiaro ",ovvero quell'Hamsik capace di realizzare una strepitosa doppietta e di creare i presupposti per il primo gol della partita, con una bordata che il portiere Felsineo ha poi deviato sui piedi di Callejon. Si respira un'aria familiare a questi tifosi, anche se respirata nel lontano 1990, ovvero l'aria del tricolore......A quei tempi si esibiva il più' grande calciatore di tutti i tempi, ovvero Maradona, ora ci troviamo al cospetto di un collettivo di tutto rispetto, che magari ha meno qualità' a centrocampo e in difesa rispetto al Napoli dell'epoca che schierava i vari Alemao, De Napoli, Ferrara, Romano, ma appare di una solidità e di una convinzione nei propri mezzi assolutamente straordinari.

Gran merito di tutto questo al bravissimo Benitez, che si e' saputo calare alla perfezione nell'ambiente Partenopeo, stuzzicando la fantasia dei tifosi e scaldando quei cuori che battono forte per incitare la squadra della propria città e che hanno una gran voglia di scendere in piazza e ubriacarsi di gioia tra canti e sventolii di bandiere azzurre. Auguro a questa citta' e ai loro meravigliosi tifosi di gioire a fine anno per la vittoria del tricolore , sarebbe ora che lo scudetto uscisse dall'asse Milano-Torino.



Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti