lunedì 17 giugno 2013

FIFA Confederations Cup 2013, Messico -Italia: SUPERMARIO SI ESALTA AL MARACANA



L'OPINIONE DI ENRICO

SUPERMARIO SI ESALTA AL MARACANA'


Questa volta possiamo accennare un mezzo sorriso, anche se ad essere onesti, il Messico era ben poca roba, l'avversario ideale dopo due prestazioni incolori . La nota piu' lieta e' rappresentata dalla versione migliore della nostra croce e delizia supermario Balotelli, che quando ha voglia di giocare si trasforma nel one man show e si permette pure di sfidare tutta la difesa avversaria senza compagni nel reparto offensivo. Un bel gol da vero Bomber d'area di rigore e tanta grinta in ogni contrasto , che hanno messo a dura prova i modesti giocatori centroamericani, che spesso hanno servito assist deliziosi ai nostri giocatori, meglio di quanto hanno fatto Montolivo e Pirlo. 

Dal punto di vista del gioco, qualche piccolo passo avanti senza ombra di dubbio e ci voleva molto poco a dirla tutta, ma questo modulo monopunta ( scimmiottando una versione calcistica della canzone di Elio e le storie tese a Sanremo ) convince proprio poco. Molta confusione in mezzo al campo, con ben poche sovrapposizioni e giocatori piu' presenti in fase di copertura che in quella propositiva, col risultato di dover sperare nella vena realizzativa di Supermario. Ci vuole secondo me una seconda punta al posto di un abulico Marchisio e un uomo di fascia piu' dinamico di Giaccherini, che a parte l'assit per il 2-1 , ha combinato proprio poco , per non dire nulla.

Sarebbe interessante presentarsi al mondiale, attingendo a quell'under 21 capace di esprimere un gran bel calcio e di giocarsi il titolo Europeo contro i titolatissimi Spagnoli. Nello specifico ritengo Donati gia' pronto e molto piu' efficace di Abate in fase difensiva , che formerebbe col magnifico De Sciglio una coppia di esterni da leccarsi i baffi. In mezzo al campo poi abbiamo la possibilita' di inserire Verratti al posto di un De Rossi ormai logoro e ben al di sotto di quel giocatore che ha trascinato la Roma per tanti anni. E davanti non dimentichiamoci di un certo Giuseppe Rossi, che se verra' rilanciato dal bravissimo Montella, rappresentera' un autentico valore aggiunto per la nostra Nazionale, perche' con lui al posto di Marchisio al fianco di Supermario, l'Italia potra' calare un attacco di grandissimo spessore.

Ora non rimane che goderci altre due partite almeno, anche se l'asticella si alzera' gia' a partire dalla sfida con l'insidioso Giappone di Zac. Ci vorra' ben altro per strappare i tre punti, non illudiamoci, quello visto ieri e' stato un passo avanti ma nulla di piu'. Forza ragazzi, regalateci altre emozioni !!!!!!!

GIORDANO ENRICO

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti