venerdì 28 giugno 2013

Confederations Cup 2013, Spagna - Italia: CE LA GIOCHIAMO CON TUTTI



L'OPINIONE DI ENRICO

CE LA GIOCHIAMO CON TUTTI


Bonucci regala la Finale alla Spagna con uno sciagurato rigore che tanto ricordava quello di Ciccio Graziani in Roma Liverpool del 1983. Ma sono molto di piu' i sorrisi in casa Azzurra , rispetto al primo turno, perche in questa bellissima partita, abbiamo fatto tremare e non poco l'armata degli invincibili, che nel primo tempo hanno capito poco o nulla sul piano tattico , venendo presi spesso in contropiede dalle incursioni micidiali di Giaccherini e Candreva sulle fascie laterali. Centrocampo intasato , senza spazi e grande gara di De Rossi , che si esibisce pure in un coast to coast che riportava alla mente il Cannavaro dei Mondiali 2006. Davanti abbiamo fatto pochino, affidandoci agli inserimenti di Maggio e Marchisio, perche' il povero Gilardino si limitava a fare da centravanti boa , smistando palloni per gli inserimenti dei compagni, ma l'assenza di Supermario si sentiva in maniera evidente e chissa' cosa sarebbe successo se fosse stato in campo......

Questa Confederation deve servire per alzare il nostro livello di autostima , visto che ne' Brasile ne' Spagna ci appaiono molto piu' forti del nostro undici, anzi in certi momenti hanno palesato un affanno evidente , sorpresi dalla capacita' tutta Italiana di scovare energie impensabili quando tutto sembra essere finito. Certo rimangono nella memoria le amnesie difensive e i tentennamenti contro Messico e Giappone, ma nelle sfide che contano abbiamo mostrato i muscoli e non solo quelli. E consideriamo pure l'assenza di talenti come Verratti e Giuseppe Rossi che potrebbero farci fare un salto di qualita' decisivo in proiezione mondiale.

Ora resettiamo tutto e ripresentiamoci a Settembre con la giusta mentalita', perche' la gara con la Bulgaria va vinta assolutamente, per non rimettere pericolosamente in gioco il discorso qualificazione e siccome siamo maestri nel complicarci la vita , per Prandelli sara' importante lavorare sulla testa dei giocatori piuttosto che sulle gambe .

Chiudo esprimendo il rammarico per la decisione assurda della Fifa sul minuto di silenzio da dedicare alla scomparsa di Stefano Borgonovo. Negare un gesto cosi' umano e doveroso , l'ho trovato oltre che irrispettoso verso un grande uomo di calcio, anche disgustoso , perche' va bene rispettare le regole con serieta' , ma di fronte a certe situazioni ci vorrebbe elasticita' mentale e un po' piu' di buon senso. Ma visto quello che sta succedendo in Brasile per le strade, questa pseudo organizzazione, di buon senso ne ha davvero poco ......


LE PAGELLE DI ENRICO

BUFFON 6,5 : Due interventi decisivi e tanta personalita' . Sui rigori non e' mai stato un fenomeno , lo sappiamo, ma questa partita l'ha giocata molto bene.

BONUCCI 4 : Rigore Fantozziano, movenze legnose , sempre in affanno nell'uno contro uno. Non e' da Nazionale , nemmeno da Juve secondo me. Prendo una posizione forte lo so , ma questo difensore non mi piace proprio per niente.

CHIELLINI 7 : Partita da gladiatore per il "Chiello", sempre cattivo e ringhiante sull'uomo. Ha dato proprio tutto e arriva al 120' senza piu' energie . Da applausi.

BARZAGLI 6 : Non sta benissimo, ma gioca una discreta gara in fase difensiva.

GIACCHERINI 7,5 : La Spagna lo soffre sempre, si esibisce in un assist alla Pirlo quando libera Maggio davanti a Casillas. Tanto movimento e piedi buoni, sfortunatissimo sul palo nei tempi supplementari .Una sorpresa di questa Confederation Cup.

CANDREVA 8 : Prestazione da paura sulla fascia , salta l'uomo e mette soggezione agli Spagnoli. Giocatore che crea la superiorita' numerica e dimostra una personalita' incredibile.Si permette pure il cucchiaio alla Totti sul calcio di rigore.....Da non togliere piu' assolutamente.

MARCHISIO 4 : Non ci siamo proprio, sbaglia un gol di testa e pasticcia in mezzo al campo . Lontano parente del giocatore visto fino al mese di Marzo.

PIRLO 7 : Personalita' da vendere, piedi come al solito fatati, qualche errore dovuto alla condizione fisica assai precaria . Una prestazione di qualita' , che lo confermano come uno dei migliori interpreti del ruolo.

DE ROSSI 9 : Un mostro a centrocampo, dove cattura palloni su palloni e taglia in due il centrocampo dei marziani Iberici. Secondo Tempo con ruolo da difensore centrale , impeccabile in ogni intervento, dimostra di essere tornato almeno per una sera il Capitan Futuro che conoscevamo molto bene.

MONTOLIVO 6 : Troppo timido per i miei gusti , mi aspettavo almeno il tiro da fuori, ma nemmeno l'ombra purtroppo. Giocatore che deve crescere e molto se vuole prendere il posto del grande Pirlo.

GILARDINO 6 : Gioca da centravanti boa , ma non punge mai come dovrebbe. Si mangia una buona occasione da gol, ma Balotelli e' un'altra cosa e si vede purtroppo.......

GIOVINCO 6 : A parte il rigore calciato in modo esemplare, poco o nulla in fase offensiva. Non capisco il mancato inserimento di El Shaarawy , che rispetto alla formica atomica e' molto piu' incisivo e pericoloso.

AQUILANI 6 : Non mi strappo i capelli quando lo vedo, c'e' molto di meglio in giro , si puo' lasciare a casa senza problemi per me .

PRANDELLI 7 : Ha imbrigliato alla grande lo squadrone Spagnolo , ma ha peccato di qualche errore di formazione secondo me. Un De Sciglio al posto dello sciagurato Bonucci con spostamento di Chiellini in mezzo e l'inserimento di El Shaarawy alle spalle di Gilardino, avrebbe secondo il mio modesto parere, creato piu' problemi alla Spagna . Anche nei supplementari , l'inserimento di Giovinco invece di Diamanti o il Faraone, avrebbe sortito effetti migliori.

GIORDANO ENRICO

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti