venerdì 7 giugno 2013

Brasile 2014: L'ITALIA ALLA CACCIA DEI TRE PUNTI


L'ITALIA ALLA CACCIA DEI TRE PUNTI


Ormai siamo a pochi passi dalla qualificazione , vista anche la modestia dei nostri avversari nel girone. Mr Prandelli per non saper leggere ne scrivere, taglia la testa al toro e si affida a due blocchi storici del nostro calcio, ovvero Milan e juve . Difesa rigorosamente Bianconera e reparti avanzati a tinte per lo piu' Rossonere, per un match che di preoccupante sembra avere solo la condizione del tempo, dopo le clamorose pioggie dei giorni scorsi.

Non facciamo scherzi ragazzi, questi sono tre punti da prendere con rabbia e mettere in archivio, ultimo sforzo prima della scampagnata in Confederation Cup , dove piu' che altro servira' provare schemi e gioco in prospettiva del prossimo Mondiale. Gli avversari sono veramente poca roba , visto che il solo Modric appare giocatore in grado di fare la differenza. 

Ci affidiamo a due talenti assoluti in fase offensiva, che non hanno nulla da invidiare a nessun reparto offensivo nel mondo, sia per un discorso di anagrafica, che di qualita' tecniche. Ecco forse io avrei azzardato l'inserimento di Candreva autore di una stagione strepitosa nella Lazio, piuttosto di inserire un De Rossi logoro e in condizioni mentali tut'altro che ottimali , soprattutto dopo la disastrosa finale di Coppa Italia che ha lasciato un segno indelebile in tutto l'entourage Giallorosso. Per il resto un reparto difensivo che e' stato il migliore nel nostro campionato e ci fa dormire sonni relativamente tranquilli.

Alle spalle degli Azzurri solo la Bulgaria, distanziata di tre punti e con una partita in piu' , come dire, se non andiamo al mondiale e' perche' improvvisamente ci dimentichiamo di come si gioca a calcio. Caro Prandelli, ho tanta fiducia il lei e nel suo lavoro, ma un po' piu di coraggio nelle scelte non guasterebbe, visto che gente come Sau , Bonaventura, Poli , meriterebbe di vestire questa maglia . Ora tifiamo tutti insieme questa sera, perche' l'odore del mondiale si fa sempre piu' intenso e non vorremmo passare un'estate con l'amaro in bocca per una pratica ancora da definire.....

GIORDANO ENRICO



Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti