martedì 21 maggio 2013

Serie A, Inter: E SE FOSSE LUI L'UOMO GIUSTO ?


L'OPINIONE DI ENRICO

E SE FOSSE LUI L'UOMO GIUSTO ?

C'era una volta una ragazzo che arrivava dalla curva nord, quello col sangue nerazzurro nelle vene, lo stesso poi protagonista dello scudetto dei record e assieme a Buffon uno dei migliori portieri di sempre. Un giocatore carismatico, senza peli sulla lingua che trascinava l'Inter pure in campo Europeo e lasciava un segno indelebile nel cuore dei supporters di fede Nerazzurra.

Quel ragazzo ora e' un signor allenatore , che gia' a Catania ha esibito le proprie qualita', permettendo alla sua squadra di esprimere un calcio di grande spessore e andandosela a giocare in tutti i campi a viso aperto, com'e' nel suo carattere di grande campione. Lasciate perdere la parentesi Rosanero, perche' nessun allenatore puo' lavorare con serenita' a contatto con un Presidente vulcanico e invasivo come Zamparini, che fa della sua umoralita' il suo peggior difetto. 

Secondo il mio modesto parere di sportivo, non essendo tifoso Interista, ritengo che una scelta del genere sarebbe di grande intelligenza perche' Walter conosce bene l'ambiente dello spogliatoio Nerazzurro e ha un feeling strepitoso con i tifosi della curva. C'e' bisogno di un progetto serio, partendo da zero e ricostruendo pezzo per pezzo , il mosaico di una squadra che ha nel suo DNA la caccia a grandi traguardi e che non puo' limitarsi a a guardare dal basso verso l'alto le prime della classe. 

Numeri impietosi quelli di quest'anno, 16 sconfitte, seconda peggior difesa del torneo, che evidenziano responsabilita' ben precise dell'allenatore, che aveva gia' mostrato limiti evidenti nella prima fase del torneo, dove riusciva a perdere in casa contro il modesto Siena, pur avendo tutta la rosa al completo. Limiti poi amplificati dallo sciagurato lavoro dello staff medico, che riduceva la rosa all'osso, grazie ad una serie di sfortunati infortuni, figli anche di una preparazione non all'altezza della situazione. E come ciliegina sulla torta ci si sono messi pure gli errori arbitrali a penalizzare una formazione gia' moribonda di suo.

Non e' solo sfortuna caro Stramaccioni, sarebbe il caso di lasciare spazio ad una gloriosa bandiera del passato, che sicuramente e' piu' competente sotto il profilo delle scelte tecniche, perche' come sottolineato da Boninsegna , la cacciata di Sneijder e Pazzini ha impoverito oltremisura una rosa gia' male assortita. E' ora di voltare pagina e prendere decisioni coraggiose, ma questo spetta al Presidente Moratti.......In cuor mio tifo per l'arrivo dell'Uomo Ragno , giocatore di cui ho sempre avuto una stima infinita......

GIORDANO ENRICO

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti