lunedì 13 maggio 2013

Mancini lascia il Manchester City




Mancini lascia il Manchester City

Non ci sono più dubbi, il matrimonio tra Roberto Mancini e il Manchester City è destinato a concludersi. La clamorosa sconfitta subita sabato in finale di FA Cup dai Citizens contro il Wigan ha tolto ogni dubbio alla dirigenza del Man City, se ancora ne aveva: l’allenatore italiano lascerà la panchina del Manchester City. 

In fin dei conti è la situazione più logica dopo che i Citizens con un gioco tutt’altro che piacevole sono arrivati staccatissimi in Premier League dai cugini del Manchester United, hanno lasciato la Champions League nella fase a gironi arrivando ultimi, sono usciti con una pesante sconfitta contro l’Aston Villa dalla League Cup e infine hanno perso la finale di FA Cup contro una squadra che probabilmente retrocederà in Championship. 

Un vero fallimento, inaccettabile per una proprietà che ha speso moltissimo sul mercato. Certamente però, anche perché il Manchester City ha rivinto con lui il titolo dopo 44 anni, avrebbe meritato Mancini un comportamento diverso da parte della società, maggior rispetto. Cosa che è mancata. Infatti la dirigenza del City non vuole nemmeno concedergli le ultime due giornate, mandandolo via immediatamente. Perché?

Ormai si potevano aspettare le ultime due partite. Perché ciò diventi ufficiale bisogna prima trovare un accordo tra Mancini e la società sul payout, e qui ci sarà da ridere visto il contratto lungo e oneroso dell’allenatore italiano col Man City. Per prendere il suo posto c’è un solo nome, quello di Manuel Pellegrini, allenatore bravo quanto sfortunato. Il tecnico cileno si giocava da 1,10 a 1,40 come sostituto del Mancio soltanto domenica mattina. Nel corso della giornata la sua quota è crollata fino ad essere addirittura bloccata. Si aspetta ormai solo l’annuncio.

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti