mercoledì 17 aprile 2013

Coppa Italia 2013, Inter - Roma: MISSION IMPOSSIBLE PER STRAMACCIONI



L'OPINIONE DI ENRICO

MISSION IMPOSSIBLE PER STRAMACCIONI


Ci vorrebbe Tom Cruise stasera, a dirla proprio tutta, viste le incredibili sequenze di infortuni muscolari e non, piovute sulla testa di Stramaccioni, che fa quasi una tenerezza Fantozziana tanta e' la sfortuna accanitasi contro il mister Nerazzurro.Il risultato dell'andata non e' impossibile da recuperare, ma il problema e' quello di una formazione largamente rimaneggiata, che dovra' assolutamente compiere un'impresa calcistica, visto anche l'ottimo momento di forma dei Giallorossi. 

Davanti il solo Rocchi , spalleggiato da uno Schelotto non certo irresistibile. Sul fronte Romanista invece, un tridente da leccarsi i baffi, Totti-Lamela-Destro, che lascia ben poche speranze ai tifosi di casa, abituati oramai a soffrire , ma credo molto disillusi per la gara odierna. Certo che per il questore di Roma sarebbe meglio passasse l'Inter, essendo gemellata a livello di tifoserie con la Lazio ed evitando cosi' una giornata ad alta tensione , in caso di Derby Capitolino per l'assegnazione del trofeo. Ma con tutta sincerita' , non vedo proprio come si possa assistere ad una finale differente, anche perche' il morale sotto i tacchi dei giocatori di Stramaccioni, influira' non poco sulla prestazione di questa sera. 

Per anni questa e' stata la finale della coppa Italia, ma mai come quest'anno i Nerazzurri sembrano assolutamente sfavoriti dal pronostico. C'e' anche dire che le scelte di mercato non sono state delle piu' geniali, vedi le cessioni di Snejider e Pazzini, visto che sono stati sostituiti da calciatori adatti per una squadra di centroclassifica, perche' inutile che stiamo a cercare tanti alibi, ma attraversare l'atlantico per prendere Pereyra non e' stata proprio una genialata......si dovrebbe guardare piu' al settore giovanile o per lo meno al mercato interno che offre giocatori del calibro di Diamanti, Gilardino, Bonaventura, Cerci, Ogbonna.......insomma le responsabilita' sono soprattutto di carattere manageriale, perche' sono state sbagliate le strategie di mercato. I vari Kuzmanovic, Pereyra, Livajia, Johnatan, Gargano,Alvarez, non venitemi a dire che sono giocatori da Champions o da primi posti in campionato.

Ora si tratta di voltare pagina, archiviare sicuramente una stagione sfortunata, questo non lo nego, e impostare per la prossima stagione una campagna acquisti di qualita', che riporti velocemente la squadra a lottare per obbiettivi ambiziosi. Su Stramaccioni io mi sono gia' espresso, grande personalita' accompagnata pero' da un eccesso di autostima che lo ha fregato a livello gestionale. Fossi in lui lascerei il posto per fare un po' di gavetta e lasciare l'Inter in mani esperte, magari quel Walter Zenga che a me piace veramente tanto pur non essendo di fede Nerazzurra.....

GIORDANO ENRICO

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti