lunedì 18 marzo 2013

Serie A: Resoconti 29° Giornata


EDITORIALE DI ENRICO SULLA SERIE A


Con la vittoria di Bologna , ecco arrivare l'ennesima conferma sul probabile vincitore finale di questo campionato, che ha visto un'incredibile ammucchiata dietro le spalle dei bianconeri, senza una squadra e dicasi una , in grado di esprimere un minino di continuita'. Il successo ottenuto in casa di una delle formazioni piu' in forma del momento e' la riprova che gli uomini di Conte hanno raggiunto una maturita' e una consapevolezza impressionante dei propri mezzi, tanto da permettersi un continuo turnover tattico senza intaccare minimamente la propria capacita' di andare in gol e di accumulare punti su punti. 


Dietro la Juve si prospetta l'ennesima conferma dei Rossoneri di Allegri, che dopo un tragico avvio di torneo , riemergono alla grande , recuperando posizioni su posizioni e arrivando allo scontro diretto di San siro contro il Napoli del 14 Aprile come assoluti favoriti . Certo l'arrivo di Balotelli ha permesso quel salto di qualita' che tanto era necessario per evitare una clamorosa esclusione dalla prossima edizione di champions, ma non bisogna dimenticare che gli errori arbitrali a favore , hanno avuto un ruolo importante. Dall'espulsione di Candreva , ai rigori negati al Genoa, fino all'incredibile mancato cartellino rosso ai danni di Zapata, sono tutti episodi che non si puo' far finta di non vedere e gettano veleni su un campionato che di certo non ne ha bisogno. Resta comunque da applausi il gran lavoro fatto da Allegri , che ha riportato in carreggiata una squadra che era a dir poco allo sbando. 

Il Napoli ritorna alla vittoria finalmente, scrollandosi di dosso un momento no che lo ha allontanato forse in maniera decisiva dalla capolista . Ora sarebbe il caso di guardarsi alle spalle, perche' il gran momento di Roma , Milan e Fiorentina, non e' certo da sottovalutare e i punti di distacco non sono poi cosi' tanti da dormire sonni tranquilli. Sarebbe incredibile se alla fine della stagione i Partenopei si ritrovassero sotto la zona Champions , dopo aver assistito a conferenze stampa incredibili di Mazzarri che polemizzava con tutti , come se la realta' fosse diversa da quella descritta su tutti i giornali o nelle tribune televisive. La verita' e' che questa squadra ha problemi di natura tattica e mentale e se non si corre ai ripari velocemente, si rischia di rovinare l'annata calcistica, vanificando tutti gli sforzi finanziari di De Laurentis.

Grande , grandissima Roma quella di ieri all'Olimpico, sia per l'umilta' in fase difensiva che ha permesso di evitare segnature da parte dei giocatori avversari, sia per l'incredibile potenzialita' del reparto offensivo che ha in Totti un giocatore straordinario, in uno stato di grazia assoluto, confermato sia dal gol che dalle incredibili giocate, come quella he lo ha visto smarcare di tacco il proprio compagno di gioco sulla fascia. Grandi verticalizzazioni , diagonali perfette, inserimenti senza palla, insomma l'allenatore Giallorosso ha saputo estrarre il meglio dal suo celebre predecessore Zeman , correggendo quelli che sono ormai difetti atavici del Boemo, la cui visione tattica non prevede la fase difensiva. Non si possono mettere limiti ad una squadra che ricordiamocelo, sta facendo a meno di Destro e ha un Osvaldo in pessime condizioni mentali e fisiche. Assomiglia molto all'assetto tattico di Spalletti , che non lasciava punti di riferimento agli avversari e i risultati sul piano del gioco sono assolutamente straordinari. Coppa Italia e piazzamento Champions a questo punto sono decisamente alla portata dell'undici Giallorosso.

La Fiorentina strappa tre punti preziosi contro un coriaceo Genoa, sconfitto solo grazie ad una Fantozziana autorete di Cassani, ma deve vedersela con una concorrenza piu' che agguerrita per la conquista del terzo posto e la sfida diretta contro il Milan del 1 Aprile, ci dira' molto sulle chance di qualificazione alla Champions , da parte della Viola. 

La Lazio cede tre punti in clima a dir poco Siberiano e sembra pagare inevitabilmente un organico ridotto all'osso, per di piu' impegnato su tre fronti. Inutile che il saggio Petkovic semini ottimismo in tutto l'ambiente, la verita' e' che il suo lavoro appare a dir poco miracoloso in proporzione al materiale a propria disposizione e alla lunga non vorrei si assistesse ad un crollo verticale proprio nel momento della stagione dove si tirano le somme e si raccolgono i frutti. 

L'Inter e' salvata dal maltempo, che le evita di giocare una partita a dir poco insidiosa, dopo i 120' contro il Tottenham che avevano prosciugato energie fisiche e mentali dei giocatori di Stramaccioni. Questo pero' non toglie i dubbi su una squadra che appare poco attrezzata per la conquista del terzo posto, soprattutto se si fa un parallelo con le sue dirette concorrenti , che appaiono tutte in condizioni ottimali di forma. 

Infine nella lotta per non retrocedere, sembrano ormai sul cammino del miglio verde sia il Palermo che il Pescara, che dopo le sconfitte di ieri , sono relegate a ben 5 lunghezze da un Genoa molto piu' tonico e competitivo. Solo il Siena se la puo' giocare fino alla fine e di sicuro sara' una sfida entusiasmante, punto a punto, fino all'ultima giornata di Serie A.

IL VOSTRO 

GIORDANO ENRICO


Trovate qui altre informazioni sul calcio ed i pronostici- Scomesse Sportive Interwetten

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti