lunedì 11 marzo 2013

Sere A: Resoconti ultima giornata


Sere A: Resoconti ultima giornata


La fatal Verona colpisce ancora, come nei migliori film thriller, consegnando alla Juventus un vantaggio quasi decisivo nella lotta per la conquista del titolo di campioni d'italia. Dopo le illustri vittime come il Milan di Sacchi e Nereo Rocco e l'Inter di Cuper , ecco il turno del Napoli che ,nella città  di Romeo e Giulietta, si esibisce in una prestazione assolutamente inadeguata sia sotto il profilo agonistico che in quello mentale, a conferma che il potere logora chi non ce l'ha , altro che errori arbitrali. Ogni volta che i partenopei sono chiamati ad una prova di maturità  , come già  avvenuto nella partita contro la Sampdoria , ecco arrivare l'ennesima delusione di una squadra che non e' ancora pronta a lanciare una sfida che meriti di essere chiamata tale , perché' non si possono lasciare per strada punti cosi' decisivi. 

Attenzione al Milan, che dopo la recuperata forma di Boateng e Pazzini e l'innesto del fenomenale Balotelli, sembra aver raggiunto un equilibrio tattico e una convinzione mentale di assoluto valore, tanto che ormai sembra in atto un sorpasso in classifica a dir poco clamoroso ai danni proprio dei Partenopei, che tra le altre cose hanno lo scontro diretto proprio a San Siro. Se la juve dovesse perdere colpi, vedo molto piu' pericoloso il team Rossonero, la cui autostima e' arrivata alle stelle dopo la vittoria schiacciante contro i Marziani Baugrana, guidati da Messi.

Nel gruppetto inseguitore dei primi tre, spicca la Fiorentina di Montella capace di vincere in un campo tra i piu' difficili del torneo, confermando di avere ottime possibilita' di ottenere un ottimo piazzamento in chiave europea. La Lazio sta pagando le fatiche di Coppa e un organico molto ridotto, che presenta parecchi nomi sconosciuti e che non possono nel lungo periodo, colmare l'assenza di pedine importanti come il Bomberone Klose.
Molto bene la Roma, che dopo l'allontanamento di Zeman, sembra aver ritrovato un assetto tattico meno scellerato, che valorizza al meglio le caratteristiche dei suoi ottimi giocatori. Certo ci sono ancora alcuni aspetti da migliorare, ma viste le ultime prestazioni non mi stupirei che i Giallorossi potessero avvicinare pericolosamente il Napoli di Mazzarri, che mi sembra entrato in una fase involutiva preoccupante. 

A casa Inter ci si lecca le ferite dopo l'ennesima figuraccia , che ha visto un Bologna molto piu' squadra, gestire senza troppo affanno un vantaggio meritato, frutto di un gioco piu' fluido e di un attacco meglio assortito. Certo le assenze e gli infortuni di giocatori fondamentali come Milito hanno influito non poco , ma la squadra appare molto fragile e poco convinta di poter arrivare al traguardo del terzo posto, come proclama Stramaccioni, sempre piu' depresso partita dopo partita.

Sul fondo della classifica , il Palermo mostra chiaramente di essere tra i piu' indiziati alla retrocessione in serie B assieme al Pescara di Bucchi. La sconfitta contro il Siena non ammette attenuanti e ora la strada e' molto piu' che in salita. I Bianconeri Toscani e i Grifoni di Ballardini credo che si giocheranno la salvezza fino all'ultima giornata, non vedo una squadra nettamente piu' in forma dell'altra.

Un applauso al Catania, capace di far soffire i Campioni d'Italia e battuti nei secondi finali di gioco come avvenuto domenica scorsa contro l'Inter. Meriterebbero decisamente un posto in Europa per quanto fatto vedere sia sul piano del gioco che su quello comportamentale. 

Infine chapeau alla Juve, sempre pronta a cambiare volto per adeguarsi alle difficolta' di ogni partita, capace di dare spazio a tutta la rosa e pescare il jolly proprio con chi si allena con sacrificio e si fa trovare sempre pronto all'appuntamento, mettendo a segno un gol che ha molto il sapore del Match Point.
Bravo Giaccherini, sei un esempio da seguire.

IL VOSTRO

GIORDANO ENRICO

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti