giovedì 28 marzo 2013

Claudio Lippi: LA PERDITA DI UN BRAVO GIORNALISTA



EDITORIALE DI ENRICO

LA PERDITA DI UN BRAVO GIORNALISTA

Sono un affezionato spettatore di diretta Stadio , su Italia 7Gold, e ieri ho avuto occasione di assistere come spesso faccio, ad uno degli appuntamenti settimanali. Ma non era un giorno come tanti, nello studio era ancora vivissima la commozione per la tragica scomparsa di un bravissimo ragazzo che esercitava con serieta' ed allegria la professione di giornalista sportivo. Sto parlando ovviamente di Claudio Lippi, componente di Milan Channel, vittima di uno sfortunato incidente in moto che lo ha portato via a soli 42 anni, tra le altre cose eta' uguale alla mia. 

Era un ragazzo solare, che rideva pure con gli occhi, trasmettendo simpatia e semplicita' allo stesso tempo, concquistando praticamente tutti, al di la di quello che puo' essere il tifo sportivo, perche' Claudio era un personaggio trasversale , che era riuscito ad avere con i giocatori anche un ottimo rapporto umano oltre che professionale. Non a caso questo evento ha seminato una sconfinata tristezza tra parecchi calciatori, anche non appartenenti al Milan , come Brambati ad esempio, che ricordava i momenti in cui Lippi lo sosteneva moralmente dopo la separazione dalla moglie, per lui molto dolorosa. Questo per chiarire quanta umanita' e quanti valori fossero presenti in questo giornalista, dal quale molti dovrebbero prendere esempio, invece di urlare e seminare veleno sia nelle trasmissioni sportive , che sulla carta stampata. 

Io ho sempre avuto grande ammirazione per Diretta Stadio, una famiglia piu' che un gruppo di giornalisti, sia per il goliardico atteggiamento nei confornti dello sport, che sdrammatizza giustamente le tensioni create inutilmente da parecchi addetti ai lavori, sia per l'umanita' dei suoi protagonisti come Tiziano crudeli, che ormai sono entrati nel cuore di molti tifosi. Ebbene, ieri tutto lo staff si e' stretto ancora di piu' intorno alla moglie di Lippi e della sua bambina, dimostrando una solidarieta' straordinaria verso chi avra' bisogno di molto affetto e sostegno economico per poter andare avanti in maniera dignitosa. Come per magia sono apparsi anche dei sorrisi sui volti di chi era collega di Claudio, segno che il suo spirito sara' sempre presente nello studio, proprio come avviene nelle migliori famiglie , quando si ricordando i momenti goliardici vissuti in questi anni , che possono essere rivissuti tramite i filmati delle vecchie puntate. 

Ciao Claudio ci mancherai moltissimo, grazie per tutto quello che ci hai insegnato e trasmesso, rimarrai per sempre nei nostri cuori.


GIORDANO ENRICO

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti