lunedì 3 dicembre 2012

L'INTER E' IN RISERVA



L'INTER E' IN RISERVA





Dopo la stepitosa vittoria in casa dei bianconeri , sembra che all'Inter sia finita la benzina, non a caso da quella partita non si e' piu' visto lo spumeggiante gioco che aveva sorpreso tutti gli addetti ai lavori. Inutile negarlo, la squadra e' un cantiere aperto, con una rosa ancora da calibrare e qualche innesto fondamentale sia per garantire il giusto turn over ai gocatori, sia per alzare il tasso tecnico, necessario ad ambire a prestigiosi risultati stagionali. Cominciano gia' a serpeggiare malumori sulle scelte di Stramaccioni, ma a dire il vero, questo novello Harry Potter del calcio Italiano sta lavorando in maniera splendida , dovendo ricostruire dalle fondamenta una formazione che si era abituata fin troppo bene dopo la parentesi dello Special One,che aveva riportato nella polverosa bacheca nerazzurra , la tanto attesa Coppa con le Orecchie , assente da mezzo secolo in via Turati.

Prima di tutto bisogna dire che Milito ha la lingua di fuori, dovendo giocare sempre , senza un minimo di alternanza, essendo mancante in panchina un centravanti degno di essere chiamato tale. Poi in difesa , a parte il terzetto composto da Juan Jesus, Ranocchia e Samuel, si vede poca qualita' e gia' domenica prossima nello scontro diretto contro il Napoli, mancando il centrale Argentino , ci sara' da soffrire maledettamente contro il tridente delle meraviglie Partenopeo. In mezzo al campo il generoso Cambiasso ha bisogno di un aiuto , perche' sia Gargano che il disastroso Pereira , non sembrano in grado di garantire la necessaria copertura al pacchetto arretrato.Non capisco cosa ci abbiano visto nell'ultimo acquisto di questo esterno Sudamericano, sgraziato in tutti i movimenti sia con la palla che senza, come se in Italia mancasse il materiale . 

Insomma, per giocare in maniera paritaria contro il Napoli serve ben altro spirito, ma soprattutto ben altra corsa, perche solo il Fantozziano autogol del Palermo ha evitato l'ennesima figuraccia dei Nerazzurri, che errori arbitrali a parte, sembrano avere piu' di un problema, e questa brutta abitudine di lamentarsi del direttore di gara ha allontanato l'attenzione da aspetti ben piu' importanti. Il fatto di aver faticato col Cagliari in casa, rigore negato a parte, dopo che pure l'Udinese lo ha nettamente battuto pur con una formazione decisamente rimaneggiata, non fa che aumentare i dubbi sulla squadra nerazzurra.

Aspettiamo con ansia di vedere questo affascinante Bigmatch di domenica sera, ma la sensazione personale e' che questo sia piu' il campionato del Napoli, piuttosto di quello dell'Inter.....



GIORDANO  ENRICO


Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti