lunedì 26 novembre 2012

UNA JUVE IN VERSIONE BABBO NATALE




UNA JUVE IN VERSIONE BABBO NATALE


 
 
 
Se qualcuno aveva ancora dubbi sull'impatto della Champions nel rendimento in campionato, da ieri sera credo non li abbia proprio piu'. Chi come me ha avuto la fortuna di assistere sia al grande Match di coppa col Chelsea, che alla sciagurata prestazione di San Siro, non ha potuto fare a meno di notare un crollo verticale nella prestazione Bianconera.
 
Squadra abulica e impalpabile sin dalle prime battute di gioco, senza quella furia agonistica che ha contraddistinto la Juve nei minuti iniziali di ogni match fin qui disputato, come pure successo nella sfortunata gara persa contro i Nerazzurri di Milano.Pochissima lucidita' in ogni passaggio , tanto da rendere la manovra prevedibile e assai noiosa, non a caso nei primi 45 minuti di gioco Amelia non credeva ai suoi occhi, ormai abituato ad essere bombardato di continuo in ogni gara , contro qualsiasi avversario . Nemmeno un tiro , dico uno, che meritasse un qualche intervento di una certa difficolta' da parte del portiere Rossonero. Evidentemente a livello di energie mentali, piu' che fisiche, la squadra e' arrivata svuotata a questo impegno, perche' la Champions si sa , richiede una concentrazione impeccabile, visto che ogni errore puo' essere fatale .
 
Forse c'e' stata anche un po' di presunzione da parte della formazione Juventina, convinta di fare un sol boccone della trasandata compagine Milanista, presa a pallonate da avversari di livello piu' che discutibile in questo avvio di sstagione. Invece si sono invertiti i ruoli e il Milan ha occupato il terreno di gioco con grande cuore e agonismo, arrivando sempre prima su ogni pallone e ripartendo in grande velocita' come da tempo immemore non si vedeva. Quella difesa disastrosa poi ha pure fatto una bella figura, ma il duo Vuvinic e Quagliarella ci ha messo del suo a dirla proprio tutta, mai incisivi, sempre sonnacchiosi nelle loro movenze , quasi non aspettassero altro che l'arrivo del '90 minuto, per andare in discoteca a fare baldoria e festeggiare ancora la vittoria sul Chelsea.
 
In mezzo al campo poi , sia Marchisio , ma soprattutto Vidal , hanno esibito il peggio del loro repertorio, con passaggi sciagurati e interventi fallosi determinati da una condizione fisica a dir poco precaria. Ma pure Isla , che ha nelle gambe pochi minuti stagionali, e' stata una tragedia, incapace di saltare un Constant non certo fenomenale . Asamoah non si e' salvato nemmeno lui, stranamente pasticcione e inconcludente, assolutamente umiliato dal nuovo fenomeno del Vivaio Milanista, quel De Sciglio che tanto piace all'ex gloria rossonera, Mauro Tassotti.
 
Il nuovo entrato Giovinco poi si e' divorato un gol a un metro dalla porta, nel tentativo di imitare Pele' in fuga per la vittoria, e meno male che gli era stato raccomandato di fare le giocate piu' semplici......
Insomma , un brutto capitolo che deve essere velocemente archiviato, visto che Sabato sera ci sara' il Derby col Toro, gara di una difficolta' estrema, perche' i Granata aspettano questo momento da tempo immemorabile e ci faranno soffrire ancora piu' dei Rossoneri.
 
Complimenti al Milan che ha giocato una gran partita, con particolare riferimento a Montolivo , De Sciglio ed El Shaaraway, che hanno espresso il meglio del loro repertorio, ridando il sorriso sia al Presidentissimo che ad Allegri, alle cui spalle si affaccia minacciosa l'ombra di Pep Guardiola.
Ultima chiosa, l'inutile polemica sul rigore inesistente concesso al Milan, perche' la sconfitta ci sta tutta, non attacchiamoci a scuse banali, perche' se una squadra e' piu' forte vince comunque......
 
 
 
GIORDANO  ENRICO




Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti