domenica 21 ottobre 2012

UN MILAN TITANIC.........O SPROFONDA NEL TEVERE



UN MILAN TITANIC.........O SPROFONDA NEL TEVERE

Tutto secondo copione, un film visto e rivisto , nonostante il regista Allegri annunciasse cambiamento di rotta della sua nave. Il Milan affonda in soli 45 minuti, vittima di una difesa di fantasmi , dove i giocatori della Lazio passeggiavano, neanche fossero in Via Mon- tenapoleone per lo shopping del fine settimana. 

Amelia tragicomico sul gol di Candreva , e' la dimostrazione che questa squadra ha perso completamente la testa, sbanda in tutte le zone del campo, collezionando, udite udite , la sua quinta sconfitta in otto gare di campionato!!!! C'e' di che preoccuparsi , anche perche' piu' passa il tempo e piu' la formazione rossonera perde fiducia nei propri mezzi, avvicinan- dosi pericolosamente alla zona retrocessione, che fa rivivere ai tifosi gli antichi incubi tar- gati anni '80 dove il Milan conobbe per ben due volte , l'incubo della serie B. 

Inutile ripetere fino alla nausea, che la scritta Game Over sulla panchina e' un dato di fatto. Ieri per la prima volta ho potuto leggere nel viso di Allegri una triste rassegnazione , con tanto di mani in tasca, come a voler dire, non so piu' che cosa inventarmi, e' tutto finito i giocatori non rispondono agli stimoli, se volete rassegno le dimissioni....... 

Sul fronte Laziale invece, entusiasmo alle stelle, col nuovo allenatore che riporta alla memo- ria il grande Maestrelli, capace di regalare ai propri tifosi , uno scudetto assolutamente indi- menticabile. Gran gioco, mentalita' offensiva, con un centrocampo di grande qualita' dove il profeta Hernanes e' in stato di grazia, capace di ubriacare i difensori avversri con finte mirabolanti e conclusioni strepitose. 

Poi un grande applauso a Candreva, che fa della corsa la sua caratteristica principale, ma nei momenti topici della gara, sa tirar fuori dal cilindro pezzi di autentica bravura, con delle sassate da fuori area assolutamente meravigliose. In attacco poi c'e' quel Bomber implacabile di Klose, sempre presente nel tabellino dei mar- catori, con un feeling col gol di Inzaghiana memoria, con in aggiunta una possenza atletica di tutto rispetto. 

Insomma nella Balera del sabato sera abbiamo assistito a due ballerini antitetici, uno che assomigliava a Tony Manero nella febbre del sabato sera e l'altro che sembrava Gianni Rivera a Ballando sotto le stelle. 

Auguri a tutte e due le squadre, e soprattutto ad Allegri che fra poco andra' ad ingrossare la fila degli opinionisti di Sky.......

GIORDANO ENRICO


Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti