lunedì 22 ottobre 2012

L'OSVALDO FURIOSO DEMOLISCE IL GRIFONE



L'OSVALDO FURIOSO DEMOLISCE IL GRIFONE

Sembrava di assistere ad una mattanza , dopo pochi minuti di gioco, con un Genoa assolutamente padrone del campo, nettamente piu' grintoso e veloce di una squadra che sembrava la rappresentazione degli omini del subbuteo.

Un uno-due micidiale che avrebbe steso pure un toro, ma ecco che improvvisamente si risveglia dal torpore l'undici giallorosso, come fosse stato vittima di un incantesimo. Un crescendo Wagneriano che vede in Totti , De rossi , Lamela e soprattutto Osvaldo autentici trascinatori della squadra, devastando la difesa rossoblu che non ci ha capito piu' nulla, viste le continue incursioni degli avanti Romanisti. Gol a ripetizione , uno dietro l'altro, neanche fossimo al poligono di tiro, conDe Canio impotente di fronte a tanto splendore calcistico di matrice Zemaniana.

Finalmente la squadra ha espresso tutto il suo potenziale, non a caso avevo indicato i giallorossi come antiJuve nella corsa scudetto, in una mia rubrica recente. Non puo' essere che improvvisamente si siano imbrocchiti tutti, le qualita' ci sono, casomai non e' sbocciato ancora il feeling con il metodo militaresco del Boemo , che non guarda in faccia a nessuno e vuole il rispetto ferreo delle regole. Ma se l'alchimia dovesse in un modo o nell'altro sbocciare, state pur certi che la Roma dara' parecchio fastidio alla coppia che guida il campionato Italiano.

Un applauso va comunque fatto a tutte e due le squadre, che hanno dato vita ad un match di stampo inglese, tutto corsa e agonismo, con grappoli di gol da una parte all'altra, e gran divertimento di chi ha avuto la fortuna di andare allo stadio per assistere a questo grande spot di calcio spettacolo.

Ma l'applauso piu' grande va fatto a Osvaldo, autentico trascinatore del reparto d'attacco, con due perle di rara bellezza, girata al volo e colpo di testa da grandissimo centravanti d'area di rigore. Mi ricorda molto Batistuta, che fu protagonista del bellissimo tricolore vinto dalla formazione Romana e credo che questo attaccante sara' il valore aggiunto dell'undici Zemaniano, altro che Mattia Destro , strapagato in sede di calciomercato, per poi essere ancora a quota zero dopo due mesi di gare di campionato.

Spero tanto che la piazza Romana abbia la pazienza di aspettare i frutti del duro lavoro di Zeman, perche' con questo allenatore si potra' costruire un grande futuro, visto che il suo calcio e' il piu' bello da vedere . Chapeau al Boemo senza ombra di dubbio uno dei migliori coach    in     circolazione assieme a Mourinho.   

GIORDANO ENRICO

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti