sabato 20 ottobre 2012

LA JUVENTUS E' PIU' FORTE DEI SOSPETTI



LA JUVENTUS E' PIU' FORTE DEI SOSPETTI
                           
La Juve zittisce tutti i mandolinari venuti a Torino con tanto di atteggiamento polemico, come se si dovesse assistere al furto del secolo. Invece la squadra di Conte, pur priva di Buffon e Vucinic , con un Vidal in precarie con- dizioni fisiche e un attacco poco pungente, riesce a tirar fuori dal cilindro due autentiche perle che spezzano un grande equilibrio in campo. Dalla panchina arrivano due giocatori che umilmente si allenano da veri professionisti, senza mai contestare le scelte tecniche del loro allenatore e dimostrando coi fatti, tutto il loro valore. 

Colpo di testa da vero centravanti per Martin Caceres, che ricorda la prodezza contro i nerazzurri della passata stagione. Tiro al volo alla Tardelli per il misterioso Pogba , che si e' fatto notare in questi mesi, piu' per la capigliatura che per le sue giocate. Due gregari, che fanno la differenza nella partita piu' importante di questo campionato, a dimostrazione che questa squadra ha un carattere d'acciaio, lavora a testa bassa e non risponde alle polemiche relative al minutaggio dei suoi giocatori , impegnati con la Nazionale. Polemiche molto patetiche , perche' la verita' e' che questa squadra fa paura proprio a tutti e ogni scusa e' buona per creare tensioni inutili, come se il primo posto fosse frutto del caso o di poteri occulti. 

Il Napoli si esibisce in una prestazione timida e insicura, spronato solo dal Matador che con una magica punizione alla Maradona, colpisce i legni della porta difesa da Storari. Gran giocatore questo Cavani, sempre pronto a sfruttare ogni errore della difesa avversa- ria per gonfiare la rete. Peccato che sia Hamsik che Pandev, giocano in modo irritante, colpendo la palla come se fossero all'allenamento del giovedi, non saltano mai l'uomo e mancano completamente della grinta necessaria per questo tipo di partite. Ecco , la vera differenza tra la Juve e le altre e' proprio questa, la fame di vittorie e i famosi occhi della tigre , tanto citati nel film "Rocky", altro che arbitri e complotti vari!!

Continuate cosi' ragazzi, con l'umilta' dei grandi, senza guardare i gufi e i rosiconi di turno, perche' noi tifosi siamo entusiasti del ritorno di quella mentalita' gia' vista col nostro amato Marcello Lippi e che tante gioie e trionfi ha portato!!!

GIORDANO ENRICO

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti