sabato 6 ottobre 2012

Guidolin e Di Natale: Uno Spot da copertina per il calcio Italiano



Guidolin e Di Natale: Uno Spot da copertina per il calcio Italiano

Quello a cui abbiamo assistito all'Anfield Road di Liverpool e' sicuramente una delle pagine piu' belle e incredibili della storia del calcio Italiano nelle coppe Europee. 

Una formazione come al solito spogliata dei suoi giocatori di maggior talento, per via della politica societaria, riesce a compiere un vero e proprio miracolo calcistico. Guidolin si avvicina alle capacita' da santo di Padre Pio, rimodella questo gruppo di ragazzini attorno al funanmbolico Toto' Di Natale, uno dei giocatori piu' completi del campionato Italiano. 

Dopo la beffa dei preliminari , dove la presunzione di uno dei ragazzini che imita il cucchiaio di Pirlo nel rigore piu' importante dell'anno impedisce all'Udinese di entrare in Champions League, Guidolin rassegna le dimissioni assumendosi tutte le responsabilita'. Ma fortunatamente Pozzo non e' Zamparini e sa quanto vale il suo allenatore, sia dal punto di vista tecnico, ma soprattutto umano. Ne nasce cosi' un rapporto ancora piu' solido e il buon Francesco, a poco a poco rimette in piedi una formazione ,che prima si permette il lusso di umiliare il Milan Berlusconiano con giocatori a dir poco sconosciuti, poi blocca sullo 0 a 0 i miliardari dell'Anzhi dove milita un certo Eto'o. 

Ma il capolavoro arriva in Europa League dove San Francesco da Udine, con l'umilta' che caratterizza i grandi, prima fa sfogare i Reds spinti dal solito favoloso scenario del mitico Anfield Road, poi li sorprende con una ripresa a tutto gas, dove Di Natale diventa una furia agonistica e il ragazzino Pasquale di scuola inter, si inventa una bordata che ricorda Lothar Mattheus dei tempi migliori. Che spettacolo ragazzi, la migliore pubblicita' per il nostro calcio, una pagina epica che non sfigura col famoso episodio dei Leoni di Highbury dove la nostra nazionale usci' tra gli applausi , pur sconfitta per 3 a 2. 

Bravo Guidolin, perche' e' facile vincere con i fenomeni in squadra, molto meno quando tutti gli anni si deve ripartire da zero, sfido qualsiasi allenatore a ottenere gli stessi risultati. E un applauso a Toto' Di Natale che ha capito di aver sbagliato , dopo l'episodio che ha provocato l'esclusione del bomber contro il Genoa, e da gran campione qual'e' ha subito risposto sul campo.

Giordano Enrico

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti