lunedì 3 settembre 2012

Non è il momento di esaltarci



di Vittorio Verruto

Arriva un'altra vittoria, più sofferta, che ci proietta al primo posto, ma c'è assoluto bisogno di rimanere con i piedi per terra.

Sicuramente fa piacere a tutti avere questo inizio e trovarsi in vetta con la favorita Juventus e la sorpresa Lazio, che aveva perso quasi tutte le partite nel pre-campionato ed invece adesso sta cominciando a marciare alla grande.

La gara, terminata con il risultato di 2-1, non è stata per niente semplice, soprattutto per le condizioni pietose in cui versava il campo di gioco, davvero inspiegabile come possa succedere tutto questo in Serie A: tralasciando questo dato, il Napoli non ha quasi mai dominato, infatti ha sofferto fino a quando non ha trovato le due reti di Hamsik e Dzemaili, che hanno indirizzato la partita su certi binari, prima che Jovetic la riaprisse, senza però ottenere alla fine il tanto cercato pareggio.

Mister Mazzarri è tornato sulla vicenda del manto erboso, ed è parecchio irritato per tutto ciò:"Il terreno di gioco è qualcosa di indecente, non si può giocare così. Mi hanno assicurato che tra 15 giorni il campo sarà migliore. Col Parma dovrebbe essere quasi perfetto, staremo a vedere. Oggi la Fiorentina ha giocato meglio, hanno vinto molti duelli in mezzo al campo. E' una partita da prendere per buona solo per il risultato. Dzemaili lo vedevo meglio di Inler e l'ho scelto. Insigne si sta inserendo molto bene, è stato uno dei pochi a salvarsi nel primo tempo. Sono da tre anni a Napoli, dovrò tenere isolati i miei ragazzi".

Poi è stata la volta di Hamsik ed Insigne, entrambi contenti per la vittoria, soprattutto il secondo che ha ricevuto anche la prima convocazione per la nazionale maggiore.

Hamsik:"Mi fa piacere aver segnato, ma l'importante sono i tre punti, oggi abbiamo sofferto un pò ma alla fine l'abbiamo sbloccata e conquistato una grande gara. Il campo faceva schifo, speriamo possa essere diverso perché è difficile giocare così".

Insigne:"Ho realizzato due sogni, giocare con la squadra del mio cuore e andare in nazionale maggiore, sono davvero molto felice. E' un momento molto importante nella mia carriera".

Per la Fiorentina ha parlato Montella, che è contento della prestazione dei suoi:"Abbiamo disputato un grandissimo primo tempo. Sono soddisfatto, certo non contento per il risultato. Bene la fase difensiva, dobbiamo puntare più la porta, perché abbiamo troppi giocatori che vogliono giocare il pallone".

Come ci ha tenuto a sottolineare Mazzarri, è importante non esaltarsi troppo e lasciarsi trasportare dall'euforia come spesso succede qui a Napoli, ma questa partenza può risultare fondamentale nei momenti decisivi del campionato, quando la posizione in classifica influisce incredibilmente sulla mente delle squadre.


Tenendo la mente lucida e senza esaltarci, controlliamo invece I pronostici migliori e le quote piu' stuzzicanti su bwin , proviamo a scommettere su un ottimo sito, con la garanzia e la sicurezza AAMS.


Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti