sabato 29 settembre 2012

Massimo Allegri Cammina Lungo il Miglio Verde



Massimo Allegri Cammina Lungo il Miglio Verde..

Per Allegri non e' sicuramente un momento da ricordare negli annali della sua carriera. Il suo Milan e' stato smantellato in piena campagna trasferimenti, con partenze a dir poco illustri. Basti pensare ai pilastri di questa squadra, Inzaghi,Seedorf,Ibrahimovic,Thiago Silva Gattuso, Nesta, Cassano......insomma un declassamento clamoroso, visto che l'attuale organico ha parecchi problemi e i nuovi innesti di Zapata, Yepes, De Jong, Montolivo non sembrano in grado di portare i rossoneri a risultati solo minimamente paragonabilial recente passato.

A complicare il quadro gia' di suo assai desolante, ci si mette un Berlusconi parecchio critico verso il tecnico, tanto che era intenzionato all'esonero, ma l'intervento di Galliani a difesa di Allegri ha evitato un veloce avvicendamento. Nessuno mi toglie dalla testa, che l'idea del presidente e' di sostituire il tecnico toscano con Superpippo Inzaghi, autentico idolo dei tifosi e vittima di un rapporto mai decollato col tecnico attualmente in carica sulla panchina del Milan. 

Poco convincente, a mio parere, il patetico tentativo di sminuire la clamorosa rissa verbale nel centro Peppino Vismara, dove i due si sono presi a maleparole davanti a tutti, come fosse un regolamento di conti per quanto avvenuto nella passata stagione dove Inzaghi ha scaldato spesso la panchina. La stretta di mano tra i due mi e' sembrata una delle scene piu' false nella storia del calcio, molto meglio Zeman e Ferrara che non se le mandano a dire. 

La ciliegina sulla torta poi e' rappresentata dal burbero carattere di Allegri , che simpaticamente mi ricorda Celentano nel Bisbetico Domato. Solo che a livello di spogliatoio funziona poco o nulla, perche' il tecnico toscano non e' Capello e non si puo' permettere il lusso di trattare con fermezza qualsiasi giocatore, specialmente in un ambiente dove il primo a saltare sara' proprio lui. Quindi o si decide a cambiare atteggiamento verso i propri ragazzi , cercando un rapporto piu' cordiale che allenti la tensione, o e' destinato a trascorrere questa stagione come il condannato alla pena capitale nel famoso film "il miglio verde". 

Se osserviamo l'involuzione di alcuni giocatori come Boateng e Nocerino, mi viene da pensare che stiano giocando contro l'allenatore. Come dice Andreotti a pensar male si fa peccato , ma ci si azzecca. Se poi aggiungiamo il suo malcontento per le cirtiche della stampa e di Galliani letteralmente infuriato dopo la sconfitta col Real Madrid in amichevole, credo sia meglio per tutti una separazione consensuale , per evitare di peggiorare una situazione oramai compromessa. 

Quando viene a mancare la fiducia , meglio separarsi e spero per lui che questo avvenga nel piu' breve tempo possibile , prima che intervenga definitivamente Berlusconi a sancire la fine del rapporto. 

Auguri in qualsiasi caso al tecnico toscano, spero per lui che possa lavorare in un ambiente piu' tranquillo e adatto alle sue caratteristiche. 

Giordano Enrico

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti