domenica 30 settembre 2012

Juventus - Roma: La Juve Operaia Asfalta 11 Pulcini Pio



La Juve Operaia Asfalta 11 Pulcini Pio

Quello vista ieri sera e' stato un massacro sotto il profilo tattico, tecnico ed agonistico. Zeman predica nel deserto e a chi insiste che sono sbagliate le sue idee, rispondo che sono gli interpreti il vero problema. Il Foggia , la Lazio e il Pescara, hanno dato spettacolo in tutta Italia regalando momenti di grande calcio a tutti i tifosi. 

Per applicare il credo calcistico del Boemo ci vuole corsa e spirito di sacrificio, non certo l'atteggiamento assunto dalla Roma ieri sera. 

Difesa di belle statuine da presepe Natalizio, che osservano scorrazzare gli avversari in area di rigore, e che trovano molte piu' difficolta' con le sagome degli allenamenti. 

Centrocampo senza idee e grinta, non si puo' pretendere che il solo De Rossi corra per tutti come faceva il mitico Ringhio Gattuso nel Milan dei trionfi europei. Florenzi e Lamela , pur essendo buone promesse, devono imparare a coprire meglio il campo e a pressare gli avversari, cercare solo di segnare col modulo Zemaniano, non puo' funzionare assolutamente.  

Attacco evanescente , con un Totti abulico e un Osvaldo in precarie condizioni fisiche. Forse l'innesto dal primo minuto di Destro in appoggio alle due punte, al posto di un irritante Lamela , avrebbe prodotto risultati migliori, ma col senno del poi sono tutti bravi, lo so. 

In casa bianconera vi lascio immaginare la gioia di aver asfaltato l'undici giallorosso , guidato dall'odiato Zeman. In soli 18 minuti avversario annientato e umiliato, con un centrocampo che si conferma tra i migliori in Europa, bravissimo a coprire la difesa a tre e impeccabile nell'aiutare le due punte. Questa squadra di Lippiana memoria, ha tutte le carte in regola per imporre il proprio gioco in tutti i campi come avveniva ai tempi del tecnico campione del mondo. Ricordiamoci le 4 Finali consecutive tra champions e coppa uefa..

Conte continua ad alternare modulo e uomini non solo tra una partita e l'altra ma addirittura nella stessa gara , come avvenuto a Genova, a conferma della notevole crescita professionale del Tecnico Juventino. Lo spirito operaio dato alla squadra poi , sara' il valore aggiunto di questa squadra. Primo tempo meraviglioso, con incursioni offensive da una zona all'altra del campo, senza dare riferimenti all'avversario, in balia della furia bianconera, una voglia di vincere che trasuda da tutti i pori dei giocatori, che sono tutt'altro che appagati dal tricolore della scorsa stagione. 

Unica nota negativa, il solito Bonucci che oltre ai soliti svarioni di Fantozziana memoria, si permette di insultare avversari e compagni di gioco. Cosi' non va assolutamente bene, caro Bonucci, per giocare nella Juve ci vuole stile, ricorda che al tuo posto giocava un certo Gaetano Scirea..
Bravo Conte continua cosi' , ieri ammetto di essermi proprio esaltato!

Giordano Enrico

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti