domenica 23 settembre 2012

Juventus Milan e Inter: Tra i due litiganti il Terzo Gode



Juventus Milan e Inter: Tra i due litiganti il Terzo Gode

Il campionato ha vissuto quattro turni, non tantissimi ma indicativi sicuramente. Se in cima alla classifica si riconferma la Juventus di Conte, per le milanesi l'inizio e' quantomeno imbarazzante. 

Da un lato abbiamo un Milan menomato dalle numerose cessioni di questa estate, Seedorf, Nesta, Ibrahimovic, Thiago Silva, Cassano, un mix di giocatori che fa rabbrividire qualsiasi tifoso. Allegri, secondo me , non puo' fare miracoli, ricorda molto l'era Zaccheroni con Javi Moreno e Garcia, finita tristemente con l'esonero mediatico di Silvio Berlusconi. Bisogna dare tempo al tecnico per ricostruire uno spogliatoio senza i grandi leader, come lo era il mitico Ringhio Gattuso. sara' che sono un malpensante, ma la vendetta di Pippo Inzaghi potrebbe proprio essere il rimpiazzo del suo odiato ex allenatore, cose da cinema hollywoodiano. Credo che non gli verra' dato il tempo necessario per la ricostruzione e in un'ottica rivolta al risparmio, l'ingaggio di superpippo sarebbe molto meno onerosa rispetto al cachet di massimo Allegri. La squadra e' letteralmente nel panico, pure i futuri leader come Boateng , sono con i nervi a fior di pelle e in un clima del genere, l'unico rimedio sembra la scossa del cambio di tecnico.

Dall'altro lato un Inter che non ride di certo, soprattutto dopo l'ennesimo scivolone casalingo contro un diligente Siena, che oggi sembrava il Brasile di Pele' quando affondava come fosse di burro la linea difensiva nerazzurra. Se Zanetti ha sempre tappato le voragini difensive, alla prima assenza del grande capitano, e' crollato tutto, come le Torri Gemelle l'11 Settembre. In mezzo al campo poi Cambiasso sembra arrivato alla frutta e Guarin denuncia troppa superficialità' in fase di appoggio, come se si fosse montato la testa dopo il buon inizio di stagione. Davanti credo non ci siano grossi problemi, i giocatori sono di prima fascia, e' che nel marasma generale, gli attaccanti ci stanno capendo poco, avendo un centrocampo con poco fosforo e molta confusione. Forse Stramaccioni avrebbe bisogno di fare un po' di gavetta, guidare una ferrari da neopatentato non e' facile per nessuno, e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. 

In casa juventina solo sorrisi e pacche sulle spalle. Lo spirito della Juve Lippiana sta ritornando piano piano, ma attenzione ai facili entusiasmi. Non vorrei fare il guastafeste, ma i risultati positivi hanno fatto sottovalutare problemi ancora da risolvere. In particolare Lucio e Bonucci denunciano limiti spaventosi contro avversari di livello, lo abbiamo visto in supercoppa. In mezzo al campo Pogba sembra un fantasma e come vice Pirlo mi cercherai qualcosa di meglio. Davanti ritengo frettolosa la scelta di allontanare Del Piero. Avrebbe potuto fare da chioccia a Giovinco, facendolo maturare ulteriormente, state pur certi che se fosse stato presente a Londra, la Juve avrebbe vinto in grande stile, perche' Giovinco non e' ancora pronto per certi palcoscenici. Se poi penso che al suo posto e' arrivato il bisonte Bendtner, molto somigliante a Ian Rush come movenze, mi chiedo se sia stata una buona scelta quella di allontanare Alex, si sarebbe meritato un'altra stagione di Champions League. Nei miei sogni lo vedo alzare questo trofeo a conclusione di una meravigliosa carriera.. Ma accontentiamoci cosi', ce lo siamo goduti per 20 anni.....grazie delle emozioni che ci hai regalato mitico campione!

Giordano Enrico

Nessun commento:

Posta un commento

Post Recenti