mercoledì 6 giugno 2012

Europei 2012: La Francia favorita



Ottime possibilità di vittoria per la Francia

di Guido Castagna

Mancano poco più di 2 giorni all'inizio degli Europei che si svolgeranno in Ucraina e in Polonia. La favorita non può non essere la Spagna, campione in carica, non solo d'Europa, ma anche del Mondo, seguita dalla Germania, in questi 2 anni in finale dell'Europeo del 2008 e in semifinale all'ultimo mondiale. Quest'anno si potrebbe puntare sulla Francia vincitrice dell'Europeo, quotato a 12! I galletti cercheranno assolutamente il riscatto, dopo aver rimediato una figuraccia al mondiale 2010 in Sudafrica. Nel 2010 erano sotto la guida di Domenech, colui che portò la Francia in finale nel mondiale del 2006 (però persa) e decide di riportare la “vecchia guardia” anche al mondiale successivo, un po' come fece Lippi, ed entrambi, come sappiamo rimediarono una figuraccia. 

Questa volta la storia è cambiata sotto Blanc assistiamo ad una Francia più giovane e talentuosa e allo stesso tempo esperta. In porta faranno a gara Mandanda (che fermò l'inter negli ottavi di champions di quest'anno ) e Lloris (cercato da Milan e Barcellona). In difesa fan parte terzini eccellenti come Evra, Clichy (fresco campione d'Inghilterra proprio a discapito di Evra) e Debuchy (molto richiesto dai top club nel calciomercato), infine difensori centrali rocciosi, come Mexes, Koscielny e Rami. 

E' a centrocampo e in attacco che troviamo moltissimi campioncini, come Nasri, Menez, Ben arfa e Valbuena, dal talento e dalla classe sopraffina (peccato per l'esclusione di Gourcuff, afflito da dolori alla caviglia) poi M'Vila, giovanissimo e già seguito da Milan, Real, Juve, Inter ecc., giocatore che abbina quantità e qualità, così come i vari Cabaye, Matuidi (secondo ancora un po' acerbo) oppure il massiccio Alou Diarra, un giocatore instancabile. Finiamo col pezzo forte, l'attacco, composto da Benzema, conosciamo tutti il suo talento, così come Ribery. Attenzione invece a Giroud, l'asso nella manica della Francia, pronto ad essere inserito nel secondo tempo e, come abbiamo visto nelle ultime amichevoli, ha “salvato” la Francia da brutte figuracce.

Un altra caratteristica importante è la versatilità dei giocatori, infatti la Francia potrebbe schierare più moduli, da un 4-3-2-1 a un 4-3-3, per passare a un 4-2-3-1 oppure a un 4-1-4-1, che però come abbiamo visto contro l'Islanda è un modulo poco adatto alle caratteristiche dei vari giocatori francesi. Un altro vantaggio sarà avere giocatori complementari in campo e allo stesso tempo simili per poter far rifiatare i titolari (Per esempio Menez potrebbe essere sostituito da Ben Arfa, Benzema da Giroud, Evra da Clichy ecc.). 

Guido Castagna


                                                                                      

2 commenti:

  1. Complimenti Guido, ottima analisi, condivido in pieno.
    Sinceramente avevo pensato anch' io a questa spiacevole possibilità viste le potenzialità offensive dei galletti.. però non avrei mai avuto il coraggio di pubblicarla perchè è un pò come augurarsi la peste :-)

    Emilio Apicella

    RispondiElimina
  2. Grazie Emilio, a me piace soprattutto la quota (12), che è in continua discesa, fino ad una settimana fa era data a 15 la Francia.
    Comunque sia, secondo me, la Francia ha tutte le carte in regola per poter puntare alla vittoria dell'Europeo, poi (spero di no) potrei benissimo sbagliarmi.

    Guido Castagna

    RispondiElimina

Post Recenti