giovedì 19 giugno 2014

Scommesse Brasile 2014: si prevede un vero e proprio fiume di denaro


Scommesse Brasile 2014: si prevede un vero e proprio fiume di denaro


Gli italiani sono un popolo di poeti, santi e navigatori… ma anche di scommettitori! I principali bookmaker italiani infatti quest’anno hanno visto entrare nelle proprie casse un vero e proprio fiume di denaro, e molto altro è atteso grazie alle scommesse sui Mondiali di calcio Brasile 2014.

Se è vero infatti che i mondiali sono da sempre una fonte di guadagno per tutti – pensiamo ad esempio alle catene di supermercati e ai negozi di elettronica (che da sempre in tempi di Mondiali straguadagnano vendendo televisori… a meno che non facciano come Mediaworld nel 2006, che subì un danno di svariati milioni di € perché aveva promesso che avrebbe regalato i televisori in caso di vincita dell’Italia) – lo sono ancora di più per i bookmakers.

Gli appassionati di scommesse infatti possono usufruire in questo periodo di sconti e promozioni non indifferenti presso qualsiasi operatore che presidi il settore scommesse e scommesse sportive.
Bonus in denaro, bonus in percentuale sui depositi, restituzione di una percentuale dei soldi spesi per le scommesse in caso di perdita: sono così tante le possibilità di giocare che ogni scommettitore può trovare la propria dimensione e quella che fa più per lui.

Chiaramente, i campionati di calcio mondiali saranno il palcoscenico su cui si sfideranno i più grandi campioni del calcio a livello planetario: ecco perché l’interesse è così grande, ed ecco perché anche il numero degli scommettitori sale vertiginosamente.
Basti pensare che, soltanto in Italia, è prevista una raccolta di scommesse pari a 380 milioni di euro, un dato che risulta in crescita di circa il 10% rispetto agli ultimi mondiali in Sud Africa, in cui era stata puntata la già vertiginosa cifra di 340 milioni di euro, che sorpassava di gran lunga i 200 milioni di euro puntati per i mondiali di Germania del 2006.

Se già il trend delle scommesse in Italia era in deciso aumento (già ad aprile si stimava un incremento di circa l’8,9% nella raccolta derivante dai canali online e del 2,9% nei punti vendita rispetto allo stesso mese dell’anno precedente), il dato sui mondiali è lì per confermare l’interesse sempre più forte degli italiani per le scommesse sportive.
Sicuramente sul totale delle scommesse influirà il procedere o meno della nostra Nazionale… ma per questo esistono i pronostici sui Mondiali 2014!

Cosa pensano i principali bookmakers delle possibilità dell’Italia?

A  una settimana dall’inizio del Mondiale e dopo l’esordio, l’Italia è quotata in maniera migliore, ma è pur sempre lontana dalle 3 squadre che, secondo i bookmakers, potrebbero davvero aggiudicarsi il mondiale di Rio 2014: parliamo di Brasile (anche dopo il pareggio con il Messico è dato per vincente), Argentina e Germania, le cui quote vengono pagate più o meno allo stesso modo, tra il 3,75 e il 5.5.
Fra il 5 e il 6° posto, ma con quote che vengono pagate un’enormità (fra 15 e 20 volte la posta iniziale) sta l’Italia di Prandelli: a quanto sembra William Hill, Betfair, Sisal, Snai, Iziplay, Paddy Power e gli altri bookmaker ritengono la vittoria degli Azzurri un’ipotesi alquanto remota.
Le quote italiane, comunque, sono davvero nulla rispetto a quelle degli “eventi impossibili”: l’allibratore Betfair ad esempio mostra come Australia e Honduras come campioni del Mondo sono date a circa 5.000 volte la posta, mentre la Nigeria, l’Ecuador, la Corea del Sud e il Costa Rica sono dati a circa 500 volte la posta.
Questa è chiaramente un’operazione commerciale fatta dai bookmakers per chi scommette col cuore e non con la testa, anche se ovviamente tutti speriamo nella vittoria della Nazionale Italiana.
Con quote maggiori della nostra, comunque, gli allibratori pagano Francia, Belgio, Inghilterra e Colombia, non proprio le ultime arrivate nel mondo del Calcio.




Post Recenti